valentina-vadi-primarie-sgv

Mi chiamo Valentina Vadi, ho 46 anni e insegno Lingua e Letteratura italiana e latina al Liceo Scientifico “Benedetto” Varchi di Montevarchi, lo stesso che ho frequentato da studente. Mi sono laureata con 110 e lode in Lettere moderne a Firenze e ho conseguito due master all’università Tor Vergata di Roma.

Sono appassionata di basket, sport che ho praticato a livello agonistico nella squadra della mia città. Adoro la poesia, i romanzi e il cinema. Sono tra i fondatori dell’associazione “LiberArte – Amici della biblioteca e dei musei” che promuove iniziative e attività culturali a San Giovanni Valdarno.

La passione per la politica è nata negli anni da studentessa ed è diventata un impegno diretto e costante dal 2009, quando mi sono tesserata per la prima volta entrando a far parte della Segreteria del Partito Democratico di San Giovanni Valdarno. Nel 2013 sono stata eletta all’unanimità Segretario del Partito Democratico di San Giovanni Valdarno, incarico che ho ricoperto fino a poche settimane fa, prima di sciogliere la riserva sulla candidatura alle primarie del centro sinistra per il Comune. Nel 2015 sono stata eletta Consigliere regionale nel collegio elettorale della provincia di Arezzo e da allora sono in aspettativa dall’insegnamento.

Ho deciso di candidarmi alle primarie della “Alleanza democratica e progressista per San Giovanni” perché desidero poter fare qualcosa di concreto per la mia città. Non è stata una scelta facile da compiere, come mai sono facili le scelte importanti che si fanno nella vita. Sono stati, prima di tutto, l’amore per la mia città e vivere la politica come un servizio alla comunità ad avermi spinto a compiere questo passo in maniera definitiva. La politica – nel senso più nobile del termine – si fa laddove ce ne è più bisogno per tutti, non dove se ne ricava il maggiore utile per se stessi: questo il principio che mi ha sempre guidato nelle scelte che ho compiuto negli anni.

Per queste ragioni, voglio impegnarmi, con dedizione, per San Giovanni e per il Valdarno, facendo tesoro della esperienza maturata in questi anni in Consiglio Regionale, assumendo in prima persona le responsabilità di cui il presente ci impone di farci carico, con coraggio, fiducia ed impegno.

Credo da sempre nel progetto di un Centro sinistra, unito, laico e riformista, che riconosce tra i propri valori di riferimento la solidarietà, la tutela dei più deboli, l’uguaglianza delle opportunità, la lotta contro ogni disuguaglianza sociale, la difesa dei diritti individuali.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail